Yachting Art Magazine

Un nuovo proprietario per le barche White Shark 

Precedentemente di proprietà di Guymarine, costruttore di imbarcazioni aperte con sede a Oleron, il marchio di fuoribordo White Shark è stato appena venduto a nuovi investitori.

White Shark: un magnifico scafo...

White Shark: un magnifico scafo...

French Boat Market, l'importatore francese dei marchi Pursuit, Galeon, Galia, Numarine, Rodman, Northstar e Nuova Jolly, ha appena annunciato l'acquisto di White Shark dal suo proprietario, il cantiere navale Guymarine di Oleron, gestito da Nicolas Chiloff.

Questa acquisizione sembra logica, dato il posizionamento completamente diverso di Guymarine - il più giovane specialista francese di barche da pesca per il lungomare - e White Shark, le lussuose barche fuoribordo in stile francese.

1993 - Lo squalo bianco e André Dauxin

Parlare di Squalo Bianco è indissolubilmente legato ad André Dauxin, che all'inizio degli anni '90 era a capo di OMC France, la filiale del colosso nautico americano, che all'epoca possedeva i motori fuoribordo Evinrude e Johnson, ma anche marchi di imbarcazioni come Four-Winns e Chris-Craft, Javelin...

Nel 1993, con la volontà di creare un marchio francese di fuoribordo di alta gamma, OMC ha lanciato - su idea creativa di André Dauxin - il marchio White Shark, i cui modelli dovevano essere costruiti a Vannes, presso il cantiere Kelt, il sito di produzione francese del gruppo americano. 

Il successo è arrivato subito dopo il lancio. Va detto che le fate buone stavano guardando la culla del neonato, che - per favore - hanno riutilizzato gli scafi di Chris Craft con piani di coperta basati sul modello europeo e un design piuttosto consensuale! 

Dal proprietario... al proprietario

Le difficoltà incontrate dal Gruppo OMC alla fine degli anni '90 hanno portato André Dauxin ad acquistare Kelt White Shark nel 1996 e, allo stesso tempo, a firmare una partnership con OMC per i motori fuoribordo Evinrude.  

L'esplosione dell'OMC nel 2000 - il più grande fallimento nel mondo dell'industria nautica - ha portato il costruttore francese a vendere il suo cantiere navale nel 2003 al Gruppo Poncin, che ha ulteriormente sviluppato la gamma di prodotti prima di riportare la produzione alla Charente Maritime di Marans.

Il marchio è stato venduto a Guymarine nel 2013, in quanto era molto meno strategico rispetto alle altre attività del gruppo - i catamarani.

L'acquirente, che all'epoca mancava di capitale proprio, non avrà mai i mezzi per rilanciare il marchio, e a seguito della richiesta di fallimento e dell'acquisizione nel 2016, Guymarine chiaramente non ha più i mezzi per rilanciare due marchi contemporaneamente.

French Boat Market, specialista in barche di alta gamma

L'acquisizione di White Shark da parte di French Boat Market giovedì scorso è una buona notizia per il marchio White Shark.

Fino ad oggi, l'offerta di French Boat Market mancava di un marchio di scafo aperto di alta gamma, un mercato ben noto all'azienda della Costa Azzurra, che per un certo periodo ha importato Sessa Marine e Boston Whaler.

L'acquisizione effettuata la scorsa settimana riguarda i diritti di proprietà intellettuale e le forme degli scafi degli 8 modelli della gamma.

Kevin Pittet, direttore commerciale di French Boat Market, ci ha informato che voleva collaborare con uno studio di architettura navale francese per rilanciare lo Squalo Bianco - senza toccare i magnifici scafi - pensando all'industriale europeo a cui affidare la produzione. 

Era in corso di negoziazione una partnership con un produttore di motori, con due marchi che appaiono logicamente ben posizionati: Yamaha e Mercury Marine.

Nei prossimi mesi, l'acquirente ha una piacevole ambizione: due nuovi modelli a Parigi, il prossimo dicembre, alla fiera Nautica, e...

Share this post

Comment on this post

raffaele sentieri 10/18/2020 11:12

dove posso comprare in italia un white shark 225
sentieri raffaele la spezia 333 3028028